Comune di Urbana

Museo/Monumento

Museo delle Antiche Vie

Descrizione
Ha sede presso l'ex Monastero di San Salvaro. E’ un centro di documentazione storica che ripercorre l’evoluzione del territorio, dalla Centuriazione Romana alla nascita degli antichi tracciati stradali della zona, e la vita che si svolgeva un tempo lungo le strade. Dove è ricavato In un’ala dell’antico Monastero di San Salvaro, costruito dal vescovo di Padova nell'’ XI secolo ai confini tra le Basse Padovana e Veronese; retto dagli Agostiniani fino al 1408 e poi dai Camaldolesi. Nel 1690 venne soppresso dal papa Alessandro VIII e venduto ai conti Carminati. Dopo 300 anni di proprietà privata e in uno stato di completo abbandono è stato acquisito dal Comune di Urbana e dalla Parrocchia di San Salvaro, nel 1995, con l’intento di riportarlo a nuova vita. Con il restauro, finanziato in gran parte con Fondi Europei ma anche della Regione Veneto, della Provincia di Padova e della Fondazione CaRiPaRo, si è ricavato il Museo delle Antiche Vie, un Ostello della Gioventù e un annesso Centro Parrocchiale.